UN PARCO AGRICOLO URBANO A MIRAFIORI

La nostra proposta di recupero e ri-funzionalizzazione della parte di fabbrica attualmente dismessa può essere sintetizzata come un nuovo concetto di “parco agricolo urbano integrato”, dove strutture provvisorie e leggere sono collocate dentro un territorio costruito ma integrato alla produzione agricola. Una struttura duttile, aperta, che rappresenta una via di mezzo tra un impianto agricolo e ed un sotto-sistema urbano. Un modello di urbanizzazione che potremmo definire “debole” e che fa riferimento ad un concetto di reversibilità e di attraversabilità tipico dell’agricoltura.

Un luogo di sperimentazione fortemente attrattivo dove, oltre a collocare laboratori di impresa legate all’economia verde, al design sostenibile, all’eco-packaging, al food design, ecc, si possa anche produrre ortaggi biologici a scala urbana. Un luogo di lavoro ma anche un luogo di incontro e di svago dove si possa acquistare prodotti biologici a km zero in una grande mercato coperto, mangiare in un accogliente ristorante, assistere ad uno spettacolo musicale, seguire corsi di cucina “verde”, visitare le serre di coltivazione di fiori edibili, imparare a coltivare il proprio orto urbano, acquistare kit per la coltivazione biologica di tipo domestico, visitare gli impianti di agricoltura urbana, partecipare ad incontri formativi, mangiare un gelato bio, passeggiare in un giardino sperimentale coperto sempre rinnovato.

Progetto architettonico

Derossi Associati (arch. Paolo, Davide Derossi)

Con  Arch. Maurizio Cilli, Arch. Vincenzo Gastini, Arch. Federico Degiuli, Arch. Chiara Garibaldi, Arch Riccardo Mondana, Arch Cristina Tarocco.

Impianti e strutture

Ing Alessandro Balboni (MCM Ingegneria S.r.l).

Anni

2015

quello che abbiamo fatto

Concorso di idee