Riassetto funzionale della Piazza Aldo Moro, Senago (MI)

Concorso di idee

 

Il luogo.

Il luogo scelto, la piazza Aldo Moro e il suo parco, è particolarmente idoneo in quanto può divenire punto di riferimento complementare della centralità diffusa che nel paese di Senago si distende da via Volta, passando per via Via Graibaldi sino a Via Repubblica ridando anche nuove funzioni alle strade che dal centro storico, quasi a raggiera, raggiungono la piazza.

Il portico che si sostituisce alla presenza della città, costituisce un filtro verso le altre attività esterne alla piazza. In adiacenza al portico vengono collocate le più importanti funzioni pubbliche, la biblioteca e l’auditorium.

La piazza.

La piazza si identifica come uno spazio vuoto, ben definito disponibile ad ospitare varie attività. La presenza del mercato del Lunedì è un elemento di grande rilevanza, ma tutti giorni la Piazza deve offrirsi ai cittadini come occasione di incontro per la partecipazione ad attività collettive e individuali. La pavimentazione con il suo disegno a geometria regolare vuole rafforzare la forma quadrata della Piazza. Essa è costituita da elementi orizzontali che possono essere la sede di attrezzature tecnologiche (scarichi, prese d’acqua, torrette elettriche a scomparsa) ed anche ospitare panchine e pali per illuminazione. La loro distribuzione è definita da una possibile collocazione dei “furgoni” del mercato del Lunedì.

La biblioteca.

La biblioteca è situata in corrispondenza del lato Sud della Piazza. L’accesso viene dal portico. L’organizzazione della biblioteca ha come modello quello delle “public library”, modello che caratterizza tutte le nuove biblioteche europee. La biblioteca vera e propria, controllata da sistemi anti taccheggio è preceduta da uno spazio pubblico collettivo attrezzato come informazione sosta, esposizione cioè come “salotto della città”. Al piano superiore sono situati un magazzino per libri rari, due laboratori per attività di ricerca collettiva e uno spazio per la mediateca.

L’ auditorium.

L’auditorium è stato inteso come “sala polivalente” adatta a ospitare conferenze, attività teatrali e musicale, feste, ecc. E’ stato collocato nell’angolo Sud – Est della piazza con l’ingresso indipendente dal portico. La sala contiene 500 posti. Dalla “platea” si innalza il palcoscenico con un retropalco attrezzato da cui si accede ad un magazzino, ai camerini e ad una saletta riunioni.

Il Parco.

Il parco sarà riorganizzato attribuendo alle varie aree un particolare tema. L’area a Nord – Est è in parte arricchita da piantumazione ma rimane disponibile a nuovi interventi di edilizia pubblica in adiacenza del portico.

Progettisti :

Derossi Associati (Pietro, Paolo, Davide Derossi)

ing. Edoardo Guenzani (strutture)

Prodim S.r.l. (impianti)

arch. Mario Grosso (bioclimatica)

Collaboratori : arch Anna Licata, arch Andrea Bogani

Anni

2008

quello che abbiamo fatto

Concorso di idee