New nursing home care in Turin

L’area di insediamento della nuova struttura socio-assistenziale si trova nel quartiere di Santa Rita nel quadrante sud ovest della città di Torino, tra via Caprera e Via Monfalcone.

La nuova RSA accoglierà anziani non autosufficienti e che presentano sindromi da demenza, per un totale di circa 200 posti letto. Oltre a questi 200 posti sono previsti altri 20 posti letto per disabili in un apposito nucleo separato e dotato di un suo spazio esterno. La struttura è suddivisa in diversi corpi di fabbrica collegati e articolati in modo da formare più cortili in sequenza fra loro.

Nella parte centrale del fabbricato sono presenti grandi spazi comuni ai vari nuclei con soggiorno comune, una sala attività, un ambulatorio medico, una cucina di piano, un deposito carrozzine, i bagni per il pubblico. Ciascun piano è dotato di terrazze esterne. La facciata principale (prospetto nord) posta su via Caprera è caratterizzata da uno zoccolo in calcestruzzo armato, colorato e rigato, sormontato da una parete sempreverde, fiorita e continua che ha una funzione acustica e di ombreggiamento. Il coronamento è costituito da pannelli fotovoltaici aggettanti disposti a protezione delle facciata. Tutte le facciate del fabbricato sono caratterizzate dalla presenza di grandi serramenti verticali (portefinestre) provvisti di parapetto semplice in bacchette metalliche. I serramenti hanno andamento verticale e non orizzontale anche per dare un carattere più residenziale e meno ospedaliero all’intera struttura. La corte interna aperta verso il giardino sarà dotata di grandi pareti verticali in rete metallica leggera a sostegno dei rampicanti e di vasi colorati in lamiera metallica colorata. Su questa facciata sono collocati anche i grandi terrazzi esterni.

Un edificio a torre, ruotato di 45 gradi rispetto al fabbricato, cinge la corte verde e costituisce un segno più visibile dall’esterno del lotto. Con il suo “cappello verde” annuncia il carattere generale dell’intervento ed invita ad entrare. A coronamento di questo edificio si erge infatti un grande pergolato-belvedere, anch’esso caratterizzato da alcune strutture metalliche leggere a sostegno di rampicanti fioriti. La corte verde contiene un giardino aperto a tutti gli utenti della struttura, adeguatamente attrezzato con mancorrenti per facilitare la deambulazione, panchine e percorsi protetti. La seconda corte posta sul lato sud sarà invece suddivisa in due parti: una dedicata al giardino protetto per i disabili ed una altra libera a disposizione di tutti gli utenti delle struttura.

Il prospetto sud sarà caratterizzato da alcune “visiere” metalliche a protezione delle portefinestre delle camere al piano terra e da una grande parete in mattoni che occulta la parte di volume sporgente e alcuni terrazzi ai piani superiori. Questa parete in mattoni allude alla presenza (sul lato di Via Monfalcone) delle preziose facciate in mattoni dell’edificio di Giorgio Riineri (ampliamento delle scuola di Via Monfalcone del 1958). La parete ha anche la funzione di interrompere la regolarità del prospetto e di ridurre l’impatto visivo della grande parete cieca presente sul lato est del cortile. Il lungo prospetto est è stato, per via delle dimensioni molto estese, suddiviso in più piani ciascuno caratterizzato da una colorazione differente. Al cento di questo prospetto abbiamo collocato una sorta di campanile che segna la presenza delle chiesa e della sagrestia posta al piano terra. Il “campanile” dialoga in linea d’aria diretta anche con il campanile della chiesa posta su via Caprera

Progettisti

Progetto architettonico : Derossi Associati (arch Davide e Paolo Derossi)

Strutture: Ing. Mario Alessio, Ing. Giorgio Chiambretto

Impianti : Ing. Flavio Urrai, Ing. Alberto Richiero

Year

2018

Status

In progress